FREQUENZA 96.5 MHZ

sabato 15 Giugno 2024

FREQUENZA 96.500 MHZ

sabato 15 Giugno 2024
L’audio racconto di Valentina Castellaneta

Artlab Eyeland – l’isola delle arti è arrivata stravolgendo come al solito il volto della città vecchia, in una edizione più ristretta rispetto allo scorso anno, ma molto più intensa. Inaugurata sabato si sviluppa nei vicoli per lasciarsi scoprire fino al 30 giugno. Tra l’Università postierla immacolata e palazzo Galeota, quello che si respira è arte, ma con un’accezione molto familiare.

Terra Madre è il tema di quest’anno e che parli delle bambine di Madrid, vestite da madre natura, nel chiostro dell’università o delle mamme dei tamburi, la maternità in Eyeland veste un’accezione potente e universale.

Fra gli artisti sopiti di questa edizione la serie di fotografie chiamate “Mother” è la più potente. Lisa Sorgini, l’autrice degli scatti, è entrata nelle case delle madri del quartiere Tamburi, provando ad indagare il rapporto tra madre e figli in un quartiere di confine, toccando delle tematiche molto sensibili in questa relazione. La fotografa australiana si è trasferita a Taranto, in città vecchia per un mese con il compagno e i suo figli, in residenza d’artista, per immergersi a pieno nell’atmosfera.

Il 25 maggio all’inaugurazione della mostra le mamme e i figli delle sue foto hanno potuto guardare il risultato di questo lungo progetto e riabbracciare quella che oramai non era solo una fotografa, ma una grande amica a cui avevano aperto la loro casa e lasciato scoprire la loro pelle.

«È stata – ha raccontato la fotografa – un’esperienza superiore alla mia aspettativa. L’energia e l’empatia che si è creata immediatamente con le persone che ho conosciuto era palese, evidente ed immediata e credo che questo si legga nella potenza delle immagini. Credo che il messaggio principale sia che le madri portano così tanto peso sopra di sé».

Il progetto sembra non essere più solo nostro. A scoprire la Taranto di Eyeland, a fruire dei laboratori, vero fulcro del festival, sono anche tanti curiosi da tutta Italia