FREQUENZA 96.5 MHZ

sabato 15 Giugno 2024

FREQUENZA 96.500 MHZ

sabato 15 Giugno 2024

Ospiti di Paolo D’Andria in Driving – ANIMAREA

ANIMAREA è un progetto artistico sorto ufficialmente nel 2008 da un’idea di Gabriele Toniolo (nato a Venezia, chitarrista, autore e produttore) e Rossana Bern (nata a Verona, voce). Un genere raffinato tra smooth latin jazz e pop – soul. La collaborazione tra i due artisti inizia, in realtà, nella calda estate del 2003, attraverso una intensa attività live, sviluppatasi principalmente nel Nord Italia. Nel 2011 esce il loro primo EP composto da cinque brani inediti e prodotto in collaborazione con Andrea Zuppini (musicista e arrangiatore, che ha lavorato con importanti artisti del POP italiano: Eros Ramazzotti, Rossana Casale, Fabio Concato, Alex Baroni, ecc.). Da tale EP è stato estratto il singolo “ONDA ANOMALA”, trasmesso da diverse emittenti radiofoniche locali e da RAI RADIO UNO durante il programma “Citofonare Cuccarini” condotto da Lorella Cuccarini. Gli ANIMAREA ottengono ottimi piazzamenti in alcuni contest tra cui “Festival di Ghedi” (Brescia), “Vota le Voci” (Padova), Videofestival Live (Milano); presentano, inoltre, il singolo “ONDA ANOMALA” in prima serata all’evento dell’estate “Festival Show 2012” (tappa di Belluno) davanti a un pubblico di diecimila persone, condividendo il palco con grandi nomi della musica italiana e internazionale (Matia Bazar, Enrico Ruggeri, Gary Go, Riccardo Fogli, ecc.).

Le esperienze live, radiofoniche, televisive e soprattutto lo studio rappresentano la base di una ricerca continua per raggiungere una identità musicale e stilistica propria, originale, unica. Diverse sono le influenze: dalle ispirazioni jazzistiche delle “divine” Ella Fitzgerald, Sarah Vaughan, Etta James, alle raffinate produzioni di Burt Bacharach; da Stevie Wonder a Diana Krall; e poi ancora Norah Jones, Caro Emerald, Amy Winehouse, Incognito, Swing Out Sister, The Style Council, Simply Red, e molti altri. Nel 2013 e 2014 creano un nuovo progetto: “Smooth Live Tour”, dedicato al genere Smooth Jazz, in formazione quartetto acustico (voce, chitarra, piano, violino), presentato in diversi live ed eventi. Nel 2015 inizia la pre-produzione del nuovo disco (“Holidays in Rome”) con la collaborazione di Michele Bonivento (importante pianista e tastierista della scena jazz, funky-soul, gospel e arrangiatore) e di tanti altri grandi musicisti fra i quali: Gianni Vancini (sassofonista di Umberto Tozzi, Antonella Ruggero, Enrico Ruggeri, Bono (U2), Sting, Andrea Bocelli e Zucchero e molti altri), Leo Di Angilla (percussionista Jovanotti), Andrea Quinzi (batterista Riccardo Fogli), ecc.. Nello stesso periodo avviene l’incontro tra Rossana Bern e la grande Cheryl Porter (famosa cantante di Chicago: ha lavorato con artisti di fama internazionale come Zucchero, Mario Biondi, Paolo Conte, Katia Ricciarelli, Tito Puente, Mariah Carey, David Crosby e Amii Stewart, ecc.) da cui nasce un rapporto di collaborazione artistica. A Cheryl Porter piace il nuovo progetto discografico degli ANIMAREA e decide di parteciparvi come corista, nonché solista, in duetto con Rossana Bern, nel brano “I will never tire of fighting for love” (scritto da Gabriele Toniolo). Nel 2018 gli ANIMAREA pubblicano per l’etichetta discografica IRMA RECORDS (in collaborazione con RadioCoop) il disco intitolato “Holidays in Rome”, contenente 10 tracce, di cui 8 inedite e due cover rivisitate (“Hunting High and Low” degli A-Ha e “Les copains d’abord” di Georges Brassens). Un disco “suonato”, con la collaborazione di 14 importanti musicisti, dalle sonorità jazz e POP-Soul. Due i singoli estratti: “Holidays in Rome” e “My Heart is Yellow” dei quali è possibile visionare i videoclip in rete. Il disco incontra molti apprezzamenti e diversi passaggi radiofonici. Nel 2022 inizia una nuova collaborazione con il musicista e produttore Alberto Paderni (in arte “Paddo”, attuale batterista della band “I RIO” e dei Sonohra, e che in passato ha lavorato in studio e nei live con importanti artisti come Gianni Morandi, Mietta e Ligabue). Dalla collaborazione nasce un progetto discografico più POP rispetto ai precedenti lavori. Un concept contemporaneo – pur con influenze melodiche che ricordano gli anni ’80 e ’90 – che sta prendendo forma in questo periodo con una serie di nuovi brani che usciranno come singoli per l’Etichetta LaPOP dalla primavera del 2023 partendo da “Welcome to Babylon” (maggio 2023).

“Heaven inside my hell”, il nuovo singolo, è un brano che racconta la voglia di fuggire, di abbandonare tutto, di vivere una nuova vita, piena di vero amore, l’unica speranza di salvezza, il paradiso dentro all’inferno. Siamo tristi, disorientati e disillusi. Gli ostacoli ci sembrano insuperabili. Non c’è più tempo da perdere! In fondo, tutti nutriamo il sogno di vivere ancora una fiaba. C’è bisogno di paradiso dentro al nostro inferno.

Spiega il duo a proposito del brano: “Questo brano racconta la storia di molti di noi. Il presente è sempre più complicato, a livello economico, ambientale, politico e sociale. Gli ultimi anni sono stati molto difficili. Per alcuni vivere è diventato un inferno. Bisogna trovare la forza e il senso per essere sempre fiduciosi e ottimisti, ma non tutti ci riescono. Abbiamo le nostre debolezze, le nostre fragilità, i nostri limiti. A volte abbiamo commesso degli errori dei quali ci pentiamo, altre volte subito delle ingiustizie che dentro di noi hanno lasciato una ferita ancora aperta. La vita è bellezza e crudeltà. C’è molta tristezza, rassegnazione e cinismo in giro. Stiamo perdendo i valori fondamentali! Ma ognuno, talvolta anche inconsciamente, cerca ogni giorno un po’ di ‘paradiso’, e l’amore è il sentimento che più ci avvicina ad uno stato di equilibrio, armonia e benessere. Non dobbiamo smettere di cercarlo a costo di cambiare tutto nella nostra vita! È un brano che ha molta energia e crea una bella atmosfera! Questo è il secondo singolo di un nuovo progetto discografico che stiamo realizzando con delle canzoni scritte in un periodo particolare per noi e per la nostra storia. È un progetto che ha delle sonorità più vicine al Pop Contemporaneo rispetto a precedenti lavori (caratterizzati da un sound più Jazz e Soul), pur mantenendo delle contaminazioni melodiche con gli anni ‘80 e ‘90.”

Questa l’intervista di Paolo D’Andria in Driving