FREQUENZA 96.5 MHZ

sabato 15 Giugno 2024

FREQUENZA 96.500 MHZ

sabato 15 Giugno 2024

«Ci sono due tipi di storie che si possono raccontare: quelle che fanno sentire migliori e quelle che fanno sentire peggiori, ma quello che ho capito è che alla fine ognuno di noi è fatto di un equilibrio finissimo di tutte le cose, belle o brutte; e ho imparato che, come i bastoncini dello shangai – se tirassi via la cosa che meno mi piace della vita, se ne verrebbe via per sempre anche quella che mi piace di più».  É questo il punto centrale de “La mia vita raccontata male” spettacolo teatrale interpretato da Claudio Bisio, scritto da Francesco Piccolo per la regia di Giorgio Gallione in scena il 27 e 28 febbraio al teatro Fusco di Taranto.

Ieri sera è stato un tripudio di applausi per l’attore che sul filo del rasoio tra verità e invenzione, tra racconto e biografia, racconta le verità di una vita di chissà chi. D’altronde Francesco Piccolo nei suoi libri ci ha abituati ai racconti condivisi, quelli che tutti possono sentire loro, come se li avessero vissuti, quei piccoli momenti quotidiani di sopravvivenza. La mia vita raccontata male potrebbe essere la vita di tutti.

Il bisogno di vivere gli ideali politici, ma senza troppo sforzo, stando a casa propria o nella lounge vip di un aeroporto. L’essere figli, ma anche genitori. Contraddizioni della vita di tutti di cui Claudio Bisio si è fatto interprete credibile, interagendo con un teatro sold out.

Un pubblico partecipe e divertito da uno spettacolo di musiche e parole, in cui anche la scenografia è narrante. Insomma una vita raccontata proprio bene

La recensione di Valentina Castellaneta