FREQUENZA 96.5 MHZ

sabato 15 Giugno 2024

FREQUENZA 96.500 MHZ

sabato 15 Giugno 2024

Con una larga maggioranza, Vincenzo Cesario è stato eletto presidente della nuova Camera di Commercio Brindisi – Taranto. È nato, dunque, un nuovo soggetto giuridico derivante dall’accorpamento dei due Enti camerali di Brindisi e Taranto, giunto a conclusione oggi con la composizione dell’Organo consiliare.

«Noi – ha detto durante il suo discorso di insediamento – andiamo ad unificare questi due territori che hanno tante peculiarità, tante similitudini e tante diversità che vanno esaltate. Io credo che si debba cogliere questa sfida dell’unione delle due Camere di Commercio come un’opportunità e non come una iattura. Diventiamo la seconda Camera di Commercio di Puglia, abbiamo la possibilità di operare sul Mar Adriatico e sul Mar Ionio, con due porti e due aeroporti».

La Camera di commercio di Brindisi – Taranto ha sede legale a Taranto e sedi operative a Taranto e a Brindisi. Esercita le proprie competenze di legge su oltre 100.000 imprese ed è la seconda Camera pugliese in termini dimensionali dopo Bari. Al momento ha assunto nel nuovo logo istituzionale il segno grafico caratteristico del sistema camerale nazionale, a rappresentare il network delle Camere di commercio italiane. Il nuovo Consiglio camerale è composto da 33 componenti, incluso il Presidente, di cui 8 donne. Il più giovane consigliere, una donna, ha 35 anni.

Nel suo discorso Cesario ha esortato i consiglieri a uscire a una da una logica campanilistica. Negli scorsi mesi infatti l’accorpamento delle due Camere era stato accolto con un ricorso al Tar, dall’ente brindisino, dichiarato poi inammissibile.

«La contaminazione – ha detto – è stata sempre vissuta dai nostri territori nell’accezione più negativa possibile: Brindisi con la centrale a carbone e Taranto con lo stabilimento siderurgico. Io voglio parlare di contaminazione nell’accezione più positiva del termine. La contaminazione tra territori, professioni, settori e comparti».

il discorso di ringraziamento del nuovo presidente

Nato a Genova nel 1961, Vincenzo Cesareo ha iniziato la propria attività imprenditoriale nel 1988 costituendo la Comes S.n.c., oggi Comes S.p.a. con sede a Taranto, Partner Elettrico Industriale Qualificato, al servizio di primari EPC e Gruppi industriali internazionali, operante nei settori Militare, Navale, Industriale, Oil & Gas, Energia, Infrastrutture e O&M. Amministratore unico di numerose imprese industriali, consigliere di amministrazione di Finindustria S.r.l. e del Consorzio SICAN – Servizi integrati di cantieristica navale Genova; presidente del Cda di Indotto ILVA S.c.a r.l.; presidente del consiglio direttivo del Consorzio SICAN – Servizi integrati di cantieristica navale Taranto e del Consorzio Comes Group, oltreché presidente del consiglio di amministrazione di Agromed S.r.l. società benefit della Camera di commercio di Taranto; Cesareo è stato pure, fra le altre cose, vice Presidente di Confindustria Puglia, Presidente di Confindustria Taranto, consigliere e vice Presidente vicario della Camera di commercio di Taranto e Presidente di Assonautica Taranto. Attualmente è componente del Consiglio generale di Federmeccanica. Sposato, ha una figlia ed un figlio, è velista e runner appassionato.