FREQUENZA 96.5 MHZ

giovedì 13 Giugno 2024

FREQUENZA 96.500 MHZ

giovedì 13 Giugno 2024

Il carcere di Taranto ospita oltre 900 detenuti, su un massimo di 500 unità. A denunciarlo il SAPPE sindacato autonomo polizia penitenziaria.

Federico Pilagatti, segretario nazionale del sindacato, ai microfoni di Buongiorno Taranto ha chiesto perché il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, Dap «si accanisca contro la regione Puglia, mandando detenuti da tutta la nazione compreso il centro clinico di Bari che con 25 posti per curare detenuti malati gravi e invece ne siano stati trasferiti oltre 130.

Così a Taranto un carcere nato per 320 detenuti con un organico 270 poliziotti, siamo arrivati ad oltre 900 detenuti per 500 posti, mentre i poliziotti sono aumentati di appena di pochissime decine, ad oggi, (300) di unità. I materassi sono quasi esauriti – ha detto – mentre dal carcere di Potenza sono arrivati dei letti semi rotti; ormai i detenuti non hanno nemmeno lo sgabello per sedersi per cui sono costretti a mangiare in piedi in stanze ove si deve stare immobili poiché non c’è più posto, peraltro in ambienti fatiscenti dal punto di vista igienico/sanitario.

Proprio a Taranto erano previsti dei lavori urgentissimi ai padiglioni A e B per fare il cappotto esterno e per sostituire le finestre da cui entra vento ed acqua nelle stanze dei detenuti che giustamente protestano poiché è una situazione invivibile, per cui era previsto uno sfollamento; invece no, si continuano a mandare detenuti».

Marina Luzzi ha intervistato il segretario Pilagatti questa mattina, ecco cosa ci ha raccontato