FREQUENZA 96.5 MHZ

sabato 15 Giugno 2024

FREQUENZA 96.500 MHZ

sabato 15 Giugno 2024

Dieci giorni di celebrazioni e festeggiamenti, per il patrono della città. Taranto si prepara a festeggiare San Cataldo con un calendario fitto di appuntamenti che vanno dal trenta di aprile al dieci di maggio. «In questi festeggiamenti – ha detto l’arcivescovo, monsignor Ciro Miniero – storia e tradizioni diventano motivo per camminare insieme e incidere per migliorare la nostra città. Ma è necessario che si proceda insieme, senza dimenticare nessuno, altrimenti non si va da nessuna parte». Le celebrazioni per il Santo Patrono non dimenticano davvero nessuno: dalle confraternite agli studenti, dai prelati alle famiglie, fino alla provincia.

Per le giornate Cataldiane della scuola il Comitato festeggiamenti di San Cataldo d’intesa con l’Ufficio scolastico provinciale propone due eventi. Il primo rivolto agli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado e il secondo per le quarte e le quinte classi degli istituti di secondo grado.

Il primo evento prevede il convegno internazionale di studi dal titolo “Intelligenti o artificiali?” che si terrà nella basilica Cattedrale di San Cataldo, la cui partecipazione è riservata a 5 studenti per ogni quarta quinta classe degli Istituti superiori. A cui prenderanno parte l’arcivescovo mons. Ciro Miniero,  Marina Luzzi, direttrice di Radio Cittadella, che introdurrà i lavori, moderati da mons. Emanuele Ferro, parroco della basilica cattedrale.

I gruppi classe, per una restituzione di quanto appreso nel convegno, potranno produrre un elaborato, in qualsiasi forma, dal tema “Dove vedresti applicata l’Intelligenza artificiale nella tua scuola e, più in generale, nell’organizzazione della didattica?”. Gli elaborati vanno inviati entro il 13 maggio  alla mail comitatosancataldo@diocesi.taranto.it indicando nell’oggetto: Giornata cataldiana della scuola 2024. Tra i partecipanti, saranno premiati due elaborati valutati da una giuria di esperti.  I premi consistono in due esperienze immersive che saranno condotte in orario scolastico  dal ceo Paolo Sabatino della Errepi Net e Extesa di Taranto, e da Vincenzo Giliberti, direttore Innovazione Digitale, di Teleperformance Group, sede di Taranto.

Il secondo evento, dal titolo “Testimoni di Pace” è riservato alle scuole primarie e secondaria di primo grado prendendo spunto da questo testo: I bambini sono le principali vittime dei conflitti, come più volte denunciato da papa Francesco. «Mai la guerra! – dice il Papa –. Pensate soprattutto ai bambini, ai quali si toglie la speranza di una vita degna: bambini morti, feriti, orfani; bambini che hanno come giocattoli residui bellici… In nome di Dio, fermatevi!»

L’otto di maggio alle ore 18 ci sarà la cerimonia de “U Pregge”, cioè la consegna del simulacro alle autorità civili per tutta la durata dei festeggiamenti. La processione a mare partirà dal molo Sant’Eligio, con l‘imbarco della statua sulla motonave “Cheradi” messa a disposizione dalla Marina Militare, seguita dalle imbarcazioni. Lo sbarco non avverrà alla banchina di via Garibaldi, per via del cantiere di rifacimento del waterfront, ma al Castello Aragonese.

Giovedì 9 maggio ci sarà la cerimonia di consegna dei premi “Cataldus d’argento” conferiti dal comitato festeggiamenti e dalla Camera di Commercio a coloro che si sono distinti nei vari ambiti di vita cittadina. Nel corso della serata, gli interventi musicali di un quartetto d’archi del Conservatorio Paisiello e la presentazione del “Quaderno della Cattedrale” per la collana Fragmenta, dal titolo “Come manna dal cielo”, redatto di monsignor Emanuele Ferro, edito da Mandese, dedicato alla cappella del Santissimo Sacramento.

Il 10 maggio alle ore 10.30, monsignor Ferro presiederà la commemorazione del ritrovamento del corpo di San Cataldo, rinvenuto nella zona del battistero della basilica, con la successiva ostensione della crocetta aurea. In serata la processione per le vie della Città vecchia e del Borgo, con l’allocuzione e la solenne benedizione dal balcone del Carmine. Dopo il rientro, attorno alle ore 21.30, sulla cassarmonica davanti a Palazzo di Città, si esibirà la “Taranto Symphonic Band” diretta dal maestro Giuseppe Gregucci con un repertorio di musica classica e leggera, in attesa dello spettacolo pirotecnico dal Castello. A partire dalle ore 19.30, in villa Peripato ci sarà il Pizza Fest con degustazioni di pizza, banchetti di assaggio food&wine e musica dal vivo, mentre nella Galleria d’arte L’Impronta, via Cavallotti 57, la mattina del 10 si potrà acquistare l’annullo filatelico dedicato al Santo Patrono.